15 settembre 2015

Una fascia porta bebè... a km zero!

15 settembre 2015

Finalmente ecco una fascia a km 0...italiana al 100%!

Incredibile ma vero...dalla progettazione alla confezione tutto il processo di produzione delle fasce Babymonkey si svolge in Italia.

 

Ottimo già il primissimo impatto.

Sito ricco di dettagli e quando è arrivata (in tempi rapidissimi), la fascia - come da foto - era sia nel design che nel colore bella ed elegante. Adattissima direi per chi non è alla ricerca di fantasie prepotenti e colori fluo (come me, tranne rare eccezioni).

 

Meticolosa la cura nei dettagli, che per altro la stessa origine del marchio faceva prevedere. Babymonkey è nata infatti dalla collaborazione tra un'azienda di Bergamo che produce da decenni tessuti di alta qualità e una mamma che non solo è fashion designer ma è anche ingegnere tessile.

 

Insomma che la fascia sia ben fatta è innegabile Prosegue...

28 ottobre 2014

Perché portare in fascia un bambino?

28 ottobre 2014

Babywearing o uso della fascia porta bebè... 

Un'arte magica, una forma di accudimento che unisce al contatto profondo e all'ascolto, il benessere e la comodità.

Qualcosa che ci permette da un lato di conoscere meglio il nostro bambino e di comprendere meglio i suoi segnali, rinforzando il processo di attaccamento, dall'altro lato di favorire il suo sviluppo e il suo rilassamento.

Ma non solo!

L'uso della fascia ci consente di muoverci comodamente, con le mani libere, ma pur sempre in contatto con il nostro piccolo. 

Una pratica antichissima e sapiente, consigliata per i suoi risvolti pratici e per i suoi effetti benefici su sonno, pianto, coliche e sviluppo del bambino.

Ecco qua un breve video per scoprire insieme alcuni dei numerosi motivi per cui usare la fascia porta bebè...

 

 

 

  • E se desideri IMPARARE AD USARE LA FASCIA PORTA BEBE' e partecipare a un CORSO a Firenze, Arezzo, Valdarno contattami!

 

  • Se abiti in un'altra zona e sei interessato a partecipare a un corso o a trovare la consulente del Portare più vicina a te visita il sito della Scuola del Portare 

 

Immagine: http://www.todaysparent.com/wp-content/uploads/2011/09/Nov11-babywearing.JPG

 

23 ottobre 2014

Ti racconto una storia: lettura e narrazione tra genitori e figli

23 ottobre 2014

Tratto dal libro “Leggimi forte” di Rita Valentino Merletti e Bruno Tognolini, Salani Editore, un brano che parla del ruolo mutevole della lettura tra genitori e figli. Che parla di voci, di corpi, di storie che uniscono e di percorsi, distacchi e indissolubili legami. 

Bellissimo. 

 

"Un adulto che legge un bel libro ha l’impressione di disincarnarsi, di perdere corporeità: si dice che "non è più lì". 

 E invece il suo corpo, ben presente e pesante, continua a narrare la storia di quella lettura. 

 

Che stia seduto da solo in casa o in un bus affollato, sdraiato in un ospedale o su un’amaca in riva al mare, quella storia è sempre un dialogo frontale, a due personaggi: lui e il libro, che si fronteggiano ostinati. Per un adulto che legge a un bambino la storia dei corpi è diversa, è narrata a tre voci: due corpi e un libro, con tutte le reciproche diverse posizioni.

 

Con mia figlia, come quasi sempre accade, dapprima fu il pieno contatto, un corpo a corpo che a stento ammetteva fisicamente il libro: lei piccolissima in braccio, schiena contro il mio petto, e il libro nelle mani del papà, che con un solo gesto lo reggeva e lo offriva – schermo di meraviglia davanti a entrambi – perché lei potesse vedere le figure, che riempivano trionfanti gran parte di quelle antiche letture. Prosegue...

20 ottobre 2014

Gruppi di supporto e auto-aiuto tra mamme su facebook

20 ottobre 2014

 

Sono tante le mamme che cercano consigli e supporto sui forum, moltissime quelle che li cercano su Facebook, entrando a far parte dei numerosi gruppi esistenti. Gruppi di supporto e confronto, nati grazie alla passione, alla competenza, alle difficoltà o al bisogno di una o più mamme.

Gruppi che non di rado danno vita ad amicizie reali, incontri e belle iniziative, a livello regionale, nazionale e perché no internazionale.

Gli argomenti sono innumerevoli, dalla gravidanza all'allattamento, dall'uso della fascia porta bebè (babywearing) ai pannolini lavabili, fino alla maternità naturale, lo svezzamento nelle sue varie forme (molti i gruppi sull'autosvezzamento), il fai da te (e le mamme creative sono veramente tante!), i modelli educativi (interessante a tale proposito il gruppo sugli spunti montessoriani).

Quello che segue è un'elenco parziale, che raccoglie quindi solo alcuni dei moltissimi gruppi esistenti a supporto delle mamme e dei genitori in generale, ma che vuole essere un punto di inizio, uno spazio aperto nel quale accogliere una lunga lista di gruppi virtuali di auto-aiuto.     

Per inserire un gruppo facebook di auto-aiuto nell'elenco basta inserirne il link con argomento relativo, nella casella dei commenti, in fondo alla pagina! 

Qualsiasi consiglio o suggerimento sui gruppi esistenti sarà prezioso e ben accolto! 

 

Su gravidanza

Mamme Bambini e Gravidanza

Gravidanza e parto naturali Prosegue...

19 ottobre 2014

D’amore e di sogni. Di ecologia e pannolini lavabili. Storia di una mamma e del suo amore per i figli e per la natura.

19 ottobre 2014

 

"Quando sono rimasta incinta del mio secondo bimbo sono stata travolta da un mix di emozioni contrastanti… gioia, paura e un senso di smarrimento per alcuni problemi che mi trascinavo dietro dalla mia prima maternità.

 

Teresa, la mia prima bambina nacque inaspettatamente il 2 novembre 2011, era piccola e pigra e il mio allattamento stentava a partire. 

Quando venni dimessa mi dissero che non avevo latte e che da allora, ogni volta, dopo averla attaccata cinque minuti a seno, avrei dovuto darle l’artificiale… 

Dopo due mesi di allattamento misto mollai, mentre nonne e zie mi dicevano che tanto cresceva bene lo stesso e io mi autoconvincevo.
In realtà stavo malissimo per non essere stata capace di nutrirla! 

 

Il latte artificiale dà degli orari e sazia molto. Così lei dormiva beata nella sua carrozzina e io mi sentivo sempre più vuota…
Tutti mi dicevano che stava andando tutto bene, ma io quella bimba la sentivo a volte lontana e distaccata. 

Ma come in tutte le cose andiamo avanti e ci appoggiamo ai consigli di chi ci vuole bene, per insicurezza!

Abbiamo poi deciso di avere un altro bimbo ed è arrivato subito.
La prima cosa che ho pensato è stata “Io lo voglio allattare”! Prosegue...

4 maggio 2014

Un libro per bambini sull'amore e sull'amicizia

4 maggio 2014

"Quando Pinguino trova Pigna nella neve, si prende subito cura di lei e diventa il suo miglior amico.

Ma Pigna, si sa, vive nella foresta e arriva presto il momento di accompagnarla a casa..."

 

Una storia di amicizia e di amore tra un pinguino e una pigna.

Un libro illustrato per i più piccoli che a bassa voce racconta di come per amarsi non ci sia bisogno di essere uguali o di essere sempre vicini. L'amore abbraccia le differenze e attraversa le distanze. 

 

Una storia che dolcemente ci svela che ogni volta che seminiamo amore...

l'amore cresce. 

 

Età consigliata: dai due anni ai cento anni e più

Titolo: Pinguino e Pigna. Storia di un'amicizia.

Autore: Salina Yoon

Casa editrice: Lapis edizioni

 

Altri consigli per la lettura ai più piccoli http://www.pelleapelle.it/category/Libri-per-i-piccoli-(0-3)

30 gennaio 2014

L'uomo di ferro. Ansia, paura e depressione nell’uomo che diventa padre

30 gennaio 2014

“Nel bosco ci sono gli spiriti.

Temo quel che è successo agli altri...

e ho paura che tu non possa più uscirne.”

L'uomo di ferro di J.W.Grimm

 

Prima la vita, poi la filosofia ed infine la psicologia ci hanno insegnato che ci sono, nella storia di ogni individuo, dei momenti che per loro natura possono portarci ad uno stravolgimento tale da farci barcollare, con - non di rado - delle spiacevoli conseguenze.

Questi momenti possono infatti rivelarsi come possibili generatori di una elevata dose di stress e quindi destabilizzare il normale equilibrio di una persona. 

 

La nascita di un figlio è senza dubbio uno di questi.

 

É ormai da tempo che c'è un forte interesse da parte della comunità scientifica verso quel particolare momento della vita della futura e neo madre.

Attraverso innumerevoli studi e ricerche sappiamo infatti che in gravidanza e nei primi mesi dopo il parto le donne possono manifestare, con una certa frequenza, reazioni emotive di carattere ansioso-depressivo.
Queste possono andare dalla semplice disforia post-partum o maternity blues (un’alterazione transitoria dell’umore che si manifesta nel 60-70% delle puerpere nei giorni immediatamente successivi al parto) fino a vere e proprie depressioni post-partum, psicosi post-partum e disturbi post traumatici da stress come conseguenza della nascita del bambino.

Pensando a vissuti ansioso-depressivi legati al parto si tende inevitabilmente a vederli come un fenomeno prevalentemente femminile, ma contrariamente a quanto possiamo pensare non è una condizione che riguarda solo la madre. 

 

Dove abbiamo lasciato il futuro e neo padre? Prosegue...

8 gennaio 2014

G come gelosia... tra fratelli

8 gennaio 2014

GELOSIA

Hai preso la mia mamma 

e un pezzo della stanza. 

Fratello te lo dico

di te ne ho già abbastanza!

Hai preso anche i sorrisi

di nonni, zii e parenti

che chiedono soltanto 

se tu hai già messo i denti.

Hai preso tutti i cuori

con il tuo balbettio.

peccato che fra i tanti... 

di cuori c'è anche il mio!

(J.Carioli, L'alfabeto dei sentimenti, ed. FATATRAC)

 

G come Gelosia. E' una delle lettere dell'alfabeto dei sentimenti, un prezioso cofanetto cartaceo tratto dal bellissimo progetto editoriale Le Carte in Tavola, pubblicato recentemente dalla casa editrice Fatatrac. Prosegue...

4 gennaio 2014

No, no, no e ancora no! Quando il tenero cucciolo... si trasforma in leone.

4 gennaio 2014

 

Succede un giorno che il nostro cucciolo cominci a camminare.

Ad un tratto conquista la verticalità e il suo mondo cambia totalmente. Si ribalta per metà.

Non ci sono più solo grandi persone in grado di spostarlo nel mondo all’altezza di un metro e più da terra. Adesso c'è lui che senza allontanarsi troppo da dove cresce l'erba, seppur piccolo piccolo, conquista lo spazio sulle sue gambette incerte.

Non si limita più a guardare ciò che gli altri decidono che lui guardi. Non più solo il soffitto o le api colorate appese sul lettino. Adesso lui guarda ciò che vuole.


Lui cammina.

 

E' una rivoluzione. Uno stravolgimento colossale che non fa muovere solo il terreno sotto i suoi piedi, ma mette in moto instabile anche tutti quelli che erano prima i suoi punti fermi.
E così se prima lui stava al centro di un piccolo mondo attorno a cui tutto gravitava ed erano gli altri che sceglievano di avvicinarsi o allontanarsi da lui, adesso è lui stesso a tracciare i confini di questo suo mondo in espansione.
E’ lui che può andare verso o allontanarsi da...
Può muoversi, muoversi tanto o decidere di restarsene fermo del tutto.
Può ricevere, ma può anche dare.
O decidere di non dare affatto.

 

Dopo un po', nello stesso momento o chissà quando, sempre ad un tratto, accade che il nostro cucciolo cominci a parlare.
Conquista la parola e tra tutte ne padroneggia una...

Scopre all'improvviso di poter dire la parola che lo rende più attivo e più vivo nel mondo.

Una parola piccola, veloce come una scheggia, ma pesante come il piombo, che i grandi usano spesso. Con lui, tra di loro, con se stessi. Una delle parole più importanti.

Il nostro cucciolo scopre il NO!

 

E quando accade una tempesta stravolge il suo mondo tranquillo... e quello dei suoi genitori! Prosegue...

6 dicembre 2013

Un corso sull'arte del Portare...per imparare ad usare la fascia porta bebè

6 dicembre 2013

 

Incontri pratici e teorici rivolti a genitori e a gestantiper imparare ad usare la fascia portabebè in modo fisiologico e sicuro.

 

Un ciclo di incontri tutti dedicati al Babywearing, l'arte magica del portare in fascia.
Per scoprire i diversi utilizzi della fascia e per imparare a portare il neonato fin dai suoi primi mesi di vita, pancia a pancia, sul fianco e sulla schiena.
E' possibile cominciare il corso anche durante la gravidanza per prendere dimestichezza con la fascia e dare sollievo alla schiena attraverso legature specifiche.

 

Il corso si svolge in incontri individuali o di gruppo, durante i quali vengono insegnate legature diverse per portare il bambino in sicurezza e rispettando la sua fisiologia e le sue fasi di sviluppo. 

Dove si svolge il corso:il corso si svolge individualmente a domicilio o in gruppo a Montevarchi, Firenze e Arezzo

 

Durante il corso: Prosegue...

Sviluppato da Antimonio Creative Farm

Condizioni di utilizzo
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ai post. Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, è sufficiente comunicarlo via e-mail e saranno immediatamente rimosse.

Note legali e copyright

PELLE A PELLE aderisce al Codice delle Buone Pratiche dei Blogger